Autore Topic: Adattiamo un alimentatore da server  (Letto 10132 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Rob

  • Newbie
  • *
  • Post: 38
  • Karma: 0
  • Sesso: Maschio
  • follow the signal, wait the selcal...
Adattiamo un alimentatore da server
« il: Mer 22 Lug, 18:50 2015 »

Buongiorno a tutti.
Vi allego delle foto, in modo tale che chiunque possa prendere spunto, per la costruzione di un alimentatore da banco sfruttando un alimentatore switching da server.
Premetto che si possono reperire sul mercato a prezzi veramente irrisori, e con delle potenzialità elevate.

Il modello che presento è un alimentatore Delta da 40A a 12V...
Roberto - IZ1GDY - loc. JN35SC

Offline Rob

  • Newbie
  • *
  • Post: 38
  • Karma: 0
  • Sesso: Maschio
  • follow the signal, wait the selcal...
Re:Adattiamo un alimentatore da server
« Risposta #1 il: Mer 22 Lug, 18:52 2015 »
all'interno...
Roberto - IZ1GDY - loc. JN35SC

Offline Rob

  • Newbie
  • *
  • Post: 38
  • Karma: 0
  • Sesso: Maschio
  • follow the signal, wait the selcal...
Re:Adattiamo un alimentatore da server
« Risposta #2 il: Mer 22 Lug, 18:53 2015 »
e visto da fuori...
Roberto - IZ1GDY - loc. JN35SC

Offline R.O.S. 1:1

  • Full Member
  • ***
  • Post: 180
  • Karma: 1
Re:Adattiamo un alimentatore da server
« Risposta #3 il: Mer 22 Lug, 21:56 2015 »
Complimenti davvero un bel lavoro! Due domande: a cosa serve l’interruttore con la lucina verde? Seconda Domanda: nel caso il contenitore lo avessi lavorato tu con quale attrezzo hai fatto il cerchio per la ventola sul coperchio?

Spero di non essere troppo curioso ^-^

Offline Rob

  • Newbie
  • *
  • Post: 38
  • Karma: 0
  • Sesso: Maschio
  • follow the signal, wait the selcal...
Re:Adattiamo un alimentatore da server
« Risposta #4 il: Gio 23 Lug, 09:24 2015 »
Grazie ROS...
Allora, l'interruttore nero con la spia verde serve ad accendere manualmente la ventola di raffreddamento: siccome non è delle più piccole e delle più silenziose (recuperata da un vecchissimo alimentatore da PC) ho preferito metterla sotto interruttore in modo tale da non doverne sentire il ronzio in caso di impieghi brevi. Ma attenzione! Perché semmai dimenticassi l'alimentatore acceso a lungo, la ventola viene comunque fatta partire in automatico grazie ai 2 termostati (collegati in parallelo tra loro ed in parallelo all'interruttore) montati sui 2 punti "caldi" dell'alimentatore (facendo accendere comunque la spia verde dell'interruttore (metti che diventi tutto ad un tratto sordo e non la senti girare çç45 ).
Per quanto riguarda le altre funzioni vabbè, c'è l'interruttore di accensione, il LED di check dell'alimentatore originario, la presa RCA che utilizzo come "mio standard" per molte piccole utenze a 12V e infine le boccole di uscita (tensioni 12V, -12V e 5V) con i rispettivi fusibili di protezione.
Da notare che l'uscita 12V a 40A l'ho ripartita in 2 da 20A l'una, per non sovraccaricare le boccole ed i portafusibili.

Parliamo del contenitore:
è prodotto dalla Hi-Fi 2000 (www.hifi2000.it) e quello l'ho pagato sulla decina di euro se non ricordo male. Dimensione 28x15x8cm nella versione leggera (http://www.hifi2000.it/default.asp?id=19&mnu=19).
La lavorazione del frontale e del foro di ventilazione l'ho fatta in ditta dove lavoro con la fresatrice a controllo, anche se non nascondo l'imperfezione sul foro della ventola dovuto a non aver stretto a sufficienza il pezzo in morsa  çç09

Per quanto riguarda il cablaggio è veramente banale.
Raccomando solo un corretto raffreddamento delle parti calde, come si vede in foto ho dovuto maggiorare tutti i radiatori.
Quel tipo di alimentatore nasce con una custodia chiusa a tubo nel quale viene forzata l'aria di raffreddamento. Essendo il contenitore Hi-Fi della dimensione troppo giusta, non avevo modo di farci stare una ventolina in testa, così ho dovuto aprirlo con tutto ciò che ne consegue per il raffreddamento. Consiglio pertanto, a chi volesse realizzarlo, un contenitore un pelo più spazioso in modo tale da poterci montare una ventolina in testa così da non sclerare come ho fatto io  çç50

Se avete altri dubbi o consigli, son qua  :))
Roberto - IZ1GDY - loc. JN35SC

Offline giorgiofolle

  • Full Member
  • ***
  • Post: 154
  • Karma: 1
Re:Adattiamo un alimentatore da server
« Risposta #5 il: Gio 23 Lug, 11:36 2015 »
Cavoli, complimenti, davvero bel lavoro !
Penso sia la stessa modifica che si fa agli alimentatori ATX dei computer vero ?

In caso dovesse servirmene uno , posso commissionarlo a te ? ahaha


Offline Rob

  • Newbie
  • *
  • Post: 38
  • Karma: 0
  • Sesso: Maschio
  • follow the signal, wait the selcal...
Re:Adattiamo un alimentatore da server
« Risposta #6 il: Gio 23 Lug, 15:21 2015 »
Grazie Giorgio, si il principio di funzionamento è identico. La differenza, oltre alle prestazioni, è che sono decisamente migliori come qualità. Generano molto meno interferenze e sono molto meno soggetti a RF.
Guarda che non sono qua per farmi pubblicità, ma per dare e ricevere delle idee :-)) ahahahaha
Scherzi a parte, se hai bisogno di qualcosa, chiedi!!
Roberto - IZ1GDY - loc. JN35SC

Offline R.O.S. 1:1

  • Full Member
  • ***
  • Post: 180
  • Karma: 1
Re:Adattiamo un alimentatore da server
« Risposta #7 il: Gio 23 Lug, 19:13 2015 »
Un saluto anche a Giorgio!

Sei stato molto preciso a descrivere il tutto. Come sempre quando si realizza qualcosa le problematiche non mancano mai anche sulle cose apparentemente più banali, nel complesso comunque il lavoro mi pare più che soddisfacente anche se poi è chiaro che se si vuole la perfezione forse si fa prima a prenderlo già pronto! dopotutto l’autocostruzione per quanto accurata difficilmente raggiunge il livello di un prodotto commerciale di un certo livello, non tanto sulle prestazioni ma soprattutto sull’affidabilità generale dello stesso visto che stiamo parlando di prendere degli scarti e metterli assieme, alla fine però come sempre dipende molto dall’abilità dell’autocostruttore e nel tuo caso siamo su ottimi livelli.

Purtroppo per me il problema principale in casi come questi sono i fori, almeno per quelli tondi di grandi dimensioni, non tutti hanno una fresatrice in casa o al lavoro cosi la ciambella non sempre riesce con il buco ....o almeno non perfettamente tonda hi :)

Offline Rob

  • Newbie
  • *
  • Post: 38
  • Karma: 0
  • Sesso: Maschio
  • follow the signal, wait the selcal...
Re:Adattiamo un alimentatore da server
« Risposta #8 il: Ven 24 Lug, 15:51 2015 »
Caro ROS, ti posso consigliare come soluzione alternativa:eseguire scassi nelle lamiere con forme geometriche tipo quadrato, rettangolo o ottagono per ovviare al problema del taglio tondo preciso. Per fare una forma regolare, dopo averla tracciata, puoi fare dei fori ai vertici e poi tagliare il perimetro con una roditrice o con un seghetto alternativo. E' l'unica soluzione per ottenere un lavoro discreto, ci va solo un po' di manualità ed un occhio di riguardo alla precisione, altrimenti si fa in fretta a far uscire una schifezza.
Poi tanta pazienza e giù di lima...  :P
Comunque non avessi avuto la fresatrice per fare il foro di ventilazione sul coperchio, avrei fatto un ottagono con la proceduta che ti ho detto.
Forse sarebbe stato un po' difficoltoso montare la griglia di protezione, ma al peggio adattavo una rete metallica e via...
Roberto - IZ1GDY - loc. JN35SC

Offline R.O.S. 1:1

  • Full Member
  • ***
  • Post: 180
  • Karma: 1
Re:Adattiamo un alimentatore da server
« Risposta #9 il: Ven 24 Lug, 21:22 2015 »
Già è proprio questo il punto, se hai gli attrezzi giusti viene tutto perfetto o quasi altrimenti si prosegue a suon di forellini e limate per poter tagliare poi dove serve, in linea di massima però quando ci si appoggia sopra il pezzo da attaccare di solito tende a coprire completamente il foro soprattutto se il pezzo è dotato di cornice, per tutto il resto bisogna appunto ingegnarsi, per questo è sempre meglio fare prima i fori più difficili, ma tu ne saprai certamente più di me vedendo i tuoi lavori :)

Offline Donato

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 312
  • Karma: 5
Re:Adattiamo un alimentatore da server
« Risposta #10 il: Sab 25 Lug, 14:41 2015 »
Buon giorno a tutti! Guardando il lavoro ho l’impressione che manchi qualcosa, e in effetti quello che pensavo era ad uno strumento magari di tipo digitale da inserire nel pannello, se riesci a farcelo stare magari nel prossimo progetti sarebbe molto utile ma anche bello da vedere, inoltre ne trovi di molto economici e facilmente!

Offline Rob

  • Newbie
  • *
  • Post: 38
  • Karma: 0
  • Sesso: Maschio
  • follow the signal, wait the selcal...
Re:Adattiamo un alimentatore da server
« Risposta #11 il: Sab 25 Lug, 16:54 2015 »
Ciao Donato, benvenuto nella discussione.
La tua è un'idea stupenda, sarebbe molto carino vederlo installato sul frontale di un'alimentatore! Specialmente se c'è spazio (cosa che manca assolutamente nella versione che ho proposto).
L'installazione di un voltmetro da pannello risulta mooolto utile se predisponi un'uscita a tensione regolabile (tramite potenziometro).
Diversamente sarebbe superfluo. Inoltre se lo strumento deve monitorare più di un'uscita, bisogna ovviamente predisporre un selettore rotativo a manopola per selezionarla.
Utilità assolutamente più rilevante avrebbe un bell'amperometro digitale che ti monitora l'uscita (parlando sempre di quelle a tensione fissa).
Sicuramente prenderò spunto dalla tua idea per la mia valigetta-alimentatore che sto costruendo!!  çç25
Roberto - IZ1GDY - loc. JN35SC

Offline Donato

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 312
  • Karma: 5
Re:Adattiamo un alimentatore da server
« Risposta #12 il: Sab 25 Lug, 18:38 2015 »
Senz’altro per gli alimentatori a tensione fissa è sufficiente un amperometro ma anche un voltmetro non sarebbe male perché si può tenere d’occhio la tensione specie quando c’è molto carico, in tutti i casi l’aggeggio in questione tende a impreziosire di brutto qualsiasi cosa oltre a essere comunque utile.

Ho visto anche il topic con la tua valigia e visto i tanti spazi vuoti lo strumenti di misura da inserire nel pannello è obbligatorio, farebbe un figurone O0

http://www.forumradioamatori.it/forum/index.php?topic=680.0

Offline UltimoArrivato

  • Newbie
  • *
  • Post: 46
  • Karma: 0
Re:Adattiamo un alimentatore da server
« Risposta #13 il: Sab 01 Ago, 09:59 2015 »
A guardare queste cose viene voglia di fare altrettanto, sembra che basti poco invece ci si perde dietro una vita alla volta çç6 73

Offline giorgiofolle

  • Full Member
  • ***
  • Post: 154
  • Karma: 1
Re:Adattiamo un alimentatore da server
« Risposta #14 il: Mar 26 Gen, 13:42 2016 »
Ri-Ciao Rob, non so a che punto sia rimasta la tua realizzazione ma, potresti aggiungere questo modulo:

http://it.aliexpress.com/item/DC-Step-down-Converter-DC5-32V-to-0-30-0V-5A-30W-Adjustable-Voltage-Regulator-Power/32497251067.html?spm=2114.13010208.99999999.280.StXJFc

Altro non è che un semplicissimo regolatore di tensione...Ma attenzione supporta solo 5A quindi ti converrebbe utilizzarlo solo con tensioni basse come 3-5V dove molto spesso le correnti in gioco sono inferiori a i 5A

Il modulo non è affatto costoso e se ne trovano diversi modelli, magari alcuni permettono di regolare solo il voltaggio, altri come questo in particolare permettono di regolare anche le correnti, poi ce ne sono altri con il voltometro e altri senza, insomma c'è l'imbarazzo della scelta

http://it.aliexpress.com/wholesale?catId=0&initiative_id=SB_20160126044040&SearchText=Dc+step-down+converter

Non aver paura di acquistare dalla Cina, devi avere solo un po' di pazienza

Offline R.O.S. 1:1

  • Full Member
  • ***
  • Post: 180
  • Karma: 1
Re:Adattiamo un alimentatore da server
« Risposta #15 il: Mar 26 Gen, 18:14 2016 »
Bello e comodo oltre che economico direi, anche se questo modello non è adatto per un alimentatore serio, ce ne  vorrebbe uno da almeno 25/30 ampere.

Offline giorgiofolle

  • Full Member
  • ***
  • Post: 154
  • Karma: 1
Re:Adattiamo un alimentatore da server
« Risposta #16 il: Mer 27 Gen, 11:50 2016 »
Bhe, ma metti che ci devi alimentare un circuito fatto di un paio di transistor ed dei led, oppure un oscillatore insomma robe piccole che consumano poco va più bene.

Proprio settimana scorsa ne ho presi due per farci un alimentatore come quello di rob, ovviamente non così bello e potente ma qualcosina che stesse in una scatoletta per piccoli progetti

Offline R.O.S. 1:1

  • Full Member
  • ***
  • Post: 180
  • Karma: 1
Re:Adattiamo un alimentatore da server
« Risposta #17 il: Mer 27 Gen, 15:12 2016 »
Più che altro il mio commento era riferito in base agli alimentatori tipo quelli di Rob, per il resto va senz’altro benissimo per piccoli trasformatori magari per alimentare anche un portatile per dire, le idee non mancano, si prende una scatolina e via çç20

Tanto per rimanere in tema metto alcune foto trova un giro di esempi belli e brutti giusto per farsi prendere l'ispirazione O:-) Certo che l’ultimo è veramente un capolavoro!!

Offline Rob

  • Newbie
  • *
  • Post: 38
  • Karma: 0
  • Sesso: Maschio
  • follow the signal, wait the selcal...
Re:Adattiamo un alimentatore da server
« Risposta #18 il: Gio 14 Apr, 18:31 2016 »
Più che altro il mio commento era riferito in base agli alimentatori tipo quelli di Rob, per il resto va senz’altro benissimo per piccoli trasformatori magari per alimentare anche un portatile per dire, le idee non mancano, si prende una scatolina e via çç20

Tanto per rimanere in tema metto alcune foto trova un giro di esempi belli e brutti giusto per farsi prendere l'ispirazione O:-) Certo che l’ultimo è veramente un capolavoro!!

Bellissimo l'ultimo!
Notare anche la possibilità di sostituire solo il modulo alimentatore PC. Figata! Non va? Lo togli, lo butti via, e ne metti un altro. Il resto rimane tutto pronto. Complimenti a chi ha avuto l'idea geniale.
Roberto - IZ1GDY - loc. JN35SC

Offline R.O.S. 1:1

  • Full Member
  • ***
  • Post: 180
  • Karma: 1
Re:Adattiamo un alimentatore da server
« Risposta #19 il: Gio 14 Apr, 20:34 2016 »
Il primo mi sta molto simpatico ma l’ultimo è veramente tosto, e poi l’idea dell’alimentatore che anche se si brucia può essere cambiato senza buttare via tutto lo rende ancora più unico, magari fosse così per tutte le cose ^-^

 

free countersfree countersfree counters