Autore Topic: La mia prima attivazione SOTA  (Letto 298 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline tmmlrd

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 953
  • Karma: 40
  • Sesso: Maschio
  • Siamo in missione per conto di Dio!
La mia prima attivazione SOTA
« il: Dom 08 Ago, 18:08 2021 »

Volendo passare una mezza giornata di relax nei pressi di casa, in un posto possibilmente lontano dall'afa cittadina, mi sono detto che poteva essere una buona occasione per provare in prima persona un po' di attività SOTA. La lista delle "cime" praticamente sotto casa riportava una località amena raggiungibile di fatto anche in auto, nei pressi di un monastero in collina. Il luogo è piuttosto frequentato nella bella stagione sia dai pellegrini, sia dai gitanti domenicali con tanto di pic nic al seguito.
Detto, fatto: vedete tre foto della stazione allegate (notate il sapiente choke balun con l'RG58 arrotolato intorno al palo della staccionata!).
E il risultato lo potete vedere qui:
https://summits.sota.org.uk/activity/I/TO-112
Certo, 5 QSO nel giro di tre ore non sono proprio da record, in ogni caso mi sono divertito molto. E intendo riprovarci, di poggi e poggetti nel giro di un'ora o poco più di cammino (tra auto e passeggiata) nei dintorni di casa vedo che ce ne sono diversi.
Mi domando cosa posso migliorare per aumentare un po' il numero di risposte ai miei CQ (ne avrò lanciati ad occhio e croce almeno 300!). Secondo voi aver piazzato l'antenna EFHW ad un paio di metri da terra e in mezzo agli alberi può aver influenzato parecchio (negativamente)? Di meglio non sono riuscito a fare, troppi alberi e troppe fronde verdi, si lancia meglio in inverno quando i rami sono spogli  ;D La cosa che mi lascia un po' perplesso e che mi fa pensare che la stazione non era poi così inefficace è che ho avuto un rapporto buono praticamente da 100 Km da me (onda diretta?), uno discreto dalla Francia e dall'Ucraina, due piuttosto scarsi (53 e 33) ma in ogni caso conclusi con successo dalla Svezia. Però in questo raggio di azione ci sta praticamente tutta Europa! Possibile che non sia riuscito a farmi sentire da nessun'altro?

P.S. Non è che la maggior parte dei colleghi, con l'udito reso duro dal massiccio uso di lineari da kW, le chiamate in QRP non le considera proprio? Magari tengono lo squelch con soglia a S9...  ::)
IW5CWC - Icom ID-51 - Yaesu FT-818

Offline Kappamario

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 307
  • Karma: 6
Re:La mia prima attivazione SOTA
« Risposta #1 il: Dom 08 Ago, 19:07 2021 »
Ciao. Secondo me ti funziona tutto benissimo, sei in QRP e comunque in situazione portatile e casuale. 5 QSO in 3 ore vuol dire tutto e niente, magari se c’era meno propagazione ne facevi solo uno oppure 20 se era eccezionale e se eri in una posizione più favorevole le cose mutavano ancora. Insomma direi che sei nella norma, poi come migliorare lo puoi sapere solo tu, a volte basta anche cambiare banda e si passa da tutto a niente.:)

Offline IW9BID

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3500
  • Karma: 319
  • Sesso: Maschio
    • https://www.qrz.com/db/IW9BID
Re:La mia prima attivazione SOTA
« Risposta #2 il: Dom 08 Ago, 19:25 2021 »
Ciao, è comunque un buon risultato date le condizioni di lavoro d'avvero niente male puoi ritenerti soddisfatto.
Cosa ha influito negativamente è scontato, antenna bassa, troppo fogliame, potenza irrisoria da qrp.
Come migliorare; usa una canna da pesca verticale dove issare la tua efhw il resto in cima  lo posizioni in orizontale tipo L .
Posiziona  l'antenna in una radura distane  da alberi muri case  e vedrai che le cose cambiano.
In futuro ti gioveranno almeno 25 watt ma tu odi la potenza è pertanto accontentati dI questo.
Ma si può lavorare tanto sul'efficienza del'antenna, l'esperienza la potrai maturare sul campo ed anche consultanto il numeroso  materiale disponibile in rete in lingua inglese.
Questo è un forum e spesso leggerai cose forvianti ecco perchè devi  stare vigile e riflettere.
Pazienza come si dice devi fare gavetta e poi lo comprenderai.

Saluti ed ottimi collegamenti.
73 de IW9BID

Offline IK3OCA

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 563
  • Karma: 40
Re:La mia prima attivazione SOTA
« Risposta #3 il: Dom 08 Ago, 19:52 2021 »
Ciao Tmmlrd alias IW5CWC (ciao a tutti!) le cose si fanno proprio così come le hai fatte tu, e accumulando esperienza si migliora continuamente. Da quello che dici la tua antenna meriterebbe un pizzico di contrappeso, magari corto, 2 metri, ma dovrebbe esserci.
Il fogliame circostante non aiuta di sicuro, tieni presente che dai test compiuti è emerso che il luogo di peggiore situazione propagativa è nelle giungle.
Nella situazione che hai descritto ci vorrebbe un'antenna magnetica; se ne possono fare di pieghevoli con cavo coassiale e per potenze QRP non necessita un supercondensatore supersuper isolato, basta uno normale; si tratterà poi di scegliere l'antenna più adatta per le varie situazioni.

Io che pratico QRP ti consiglierei di non sgolarti a chiamare, ma possibilmente di rispondere a chiamate, quando il corrispondente ha le orecchie tese sperando una risposta, questo modo è più redditizio di QSO.
Il CW, che è difficile, rompiballe e rognoso, in QRP rende molto di più della fonia.

Buoni QSO all'aria aperta + 73 + 72 Rosario


Offline IU2IDU

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 918
  • Karma: 76
  • Sesso: Maschio
  • COTA 686-SM Associazione Radioamatori Carabinieri
    • IU2IDU Official Page
Re:La mia prima attivazione SOTA
« Risposta #4 il: Lun 09 Ago, 08:22 2021 »
Ciao Leonardo....complimenti per l'attivazione. Bisogna anche dire che la propagazione non era eccezionale in questi giorni perché ieri pomeriggio ho ascoltato un amico radioamatore che si trova in Bahrain e solitamente mi arriva con un segnale decisamente migliore. Idem per tutte le altre stazioni abituali: c'era molto QSB e segnali prevalentemente deboli un po' ovunque dalla mia posizione.

73 Giulio IU2IDU
IU2IDU operatore GIULIO
UNITA' COTA 686-SM - Associazione Radioamatori Carabinieri


 

free countersfree countersfree counters