Autore Topic: Chiarimenti su CTCSS e DCS  (Letto 894 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Spectre

  • Newbie
  • *
  • Post: 36
Chiarimenti su CTCSS e DCS
« il: Mar 22 Mar, 21:14 2022 »

Buonasera a tutte e tutti.
Vorrei chiedervi alcuni chiarimenti riguardo i subtoni audio, sia CTCSS che DCS.
Il funzionamento teorico l'ho capito, ma ho alcuni dubbi sull'utilizzo pratico.

Vi faccio alcuni esempi (considerate i subtoni sia in TX che RX)
1) Persona A è sul canale 5, persona B sul canale 5 sub 10 (CTCSS). Se A trasmette, B riceve e sente, giusto? Mentre viceversa, se B trasmette, A non sente e non riceve?
Con riceve intendo che sulla radio appare il segnale di RX ma l'altoparlante non si apre.
2) Stessa situazione di sopra, ma persona B usa un DCS: ci sono differenze?
3) Ci sono tre coppie, X, Y e Z. Tutte le coppie sono a portata tra loro, sono sullo stesso canale ma su un subtono diverso (mettiamo canale 5, X sub 10, Y sub 20, Z sub 30). Le coppie riescono a parlare con i propri corrispettivi (X solo con X, Y solo con Y e Z idem) o avrebbero difficoltà in caso di comunicazioni contemporanee?

Grazie mille in anticipo

Offline SimplexFM

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 390
Re:Chiarimenti su CTCSS e DCS
« Risposta #1 il: Mar 22 Mar, 21:44 2022 »
Citazione
1)Persona A è sul canale 5, persona B sul canale 5 sub 10 (CTCSS). Se A trasmette, B riceve e sente, giusto? Mentre viceversa, se B trasmette, A non sente e non riceve? Con riceve intendo che sulla radio appare il segnale di RX ma l'altoparlante non si apre.
Per poter rispondere devi precisare se il tono è attivo in ricezione oppure in trasmissione o entrambi.

Citazione
2)Stessa situazione di sopra, ma persona B usa un DCS: ci sono differenze?
I toni DCS svolgono la medesima funzione dei toni CTCSS, cambia solo che i CTCSS sono di tipo analogico, infatti in quelli più alti si riesce anche ad ascoltare il classico “tuuuu” ad orecchio, quelli DCS sono invece di tipo digitale e non sono percepibili all’orecchio in quanto è tutt’altro sistema ma svolgono la stessa funzione.

Citazione
4)Ci sono tre coppie, X, Y e Z. Tutte le coppie sono a portata tra loro, sono sullo stesso canale ma su un subtono diverso (mettiamo canale 5, X sub 10, Y sub 20, Z sub 30). Le coppie riescono a parlare con i propri corrispettivi (X solo con X, Y solo con Y e Z idem) o avrebbero difficoltà in caso di comunicazioni contemporanee?
Troppa confusione, non riesco a starci dietro. çç30 Vale però la regola che se io chiudo il mio ricevitore con un determinato tono, per poter essere sbloccato bisogna usare lo stesso tono in trasmissione, è come una combinazione, bisogna usare la stessa.


Citazione
...o avrebbero difficoltà in caso di comunicazioni contemporanee?
Se ci sono più segnali nello stesso momento, inevitabilmente si disturberanno uno con l’altro, i toni non c’entrano, i toni chiudono semplicemente l’altoparlante ma non eliminano le sovramodulazioni.


Offline Spectre

  • Newbie
  • *
  • Post: 36
Re:Chiarimenti su CTCSS e DCS
« Risposta #2 il: Mer 23 Mar, 03:21 2022 »
Citazione
1)Persona A è sul canale 5, persona B sul canale 5 sub 10 (CTCSS). Se A trasmette, B riceve e sente, giusto? Mentre viceversa, se B trasmette, A non sente e non riceve? Con riceve intendo che sulla radio appare il segnale di RX ma l'altoparlante non si apre.
Per poter rispondere devi precisare se il tono è attivo in ricezione oppure in trasmissione o entrambi.
Come indicato nel post, il tono è da intendersi sia in ricezione che in trasmissione

Citazione
2)Stessa situazione di sopra, ma persona B usa un DCS: ci sono differenze?
I toni DCS svolgono la medesima funzione dei toni CTCSS, cambia solo che i CTCSS sono di tipo analogico, infatti in quelli più alti si riesce anche ad ascoltare il classico “tuuuu” ad orecchio, quelli DCS sono invece di tipo digitale e non sono percepibili all’orecchio in quanto è tutt’altro sistema ma svolgono la stessa funzione.
In sostanza l'unica differenza tra i due è solo l'eventuale suono di sottofondo? L'uso dei DCS non ha alcun vantaggio rispetto ai CTCSS? Se la risposta è che sono di più, mi collego a quanto scritto in fondo (*)

Citazione
4)Ci sono tre coppie, X, Y e Z. Tutte le coppie sono a portata tra loro, sono sullo stesso canale ma su un subtono diverso (mettiamo canale 5, X sub 10, Y sub 20, Z sub 30). Le coppie riescono a parlare con i propri corrispettivi (X solo con X, Y solo con Y e Z idem) o avrebbero difficoltà in caso di comunicazioni contemporanee?
Troppa confusione, non riesco a starci dietro. çç30 Vale però la regola che se io chiudo il mio ricevitore con un determinato tono, per poter essere sbloccato bisogna usare lo stesso tono in trasmissione, è come una combinazione, bisogna usare la stessa.
Se Marco e Sara volessero parlare sul canale 5 sub 10 senza essere disturbati e senza disturbare, ci riuscirebbero se Giulia e Luca parlassero nello stesso momento sul canale 5 sub 20?

Citazione
...o avrebbero difficoltà in caso di comunicazioni contemporanee?
Se ci sono più segnali nello stesso momento, inevitabilmente si disturberanno uno con l’altro, i toni non c’entrano, i toni chiudono semplicemente l’altoparlante ma non eliminano le sovramodulazioni.
Al momento non ho idea di cosa sia la sovramodulazione.


(*)Se la sovramodulazione fosse una sovrapposizione di segnale (vado ad intuito), per cui nel momento in cui si riceve una trasmissione in quel canale questa lo "domina", che senso ha usare i subtoni? Ormai nei pmr in media ci sono oltre 80 subtoni tra analogici e digitali, ma a parte dare una parvenza di privacy, perchè si dovrebbero usare se tanto appena arriva un segnale ho comunque la "linea occupata"?

Offline SimplexFM

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 390
Re:Chiarimenti su CTCSS e DCS
« Risposta #3 il: Mer 23 Mar, 13:26 2022 »
Citazione
Persona A è sul canale 5, persona B sul canale 5 sub 10 (CTCSS). Se A trasmette, B riceve e sente, giusto? Mentre viceversa, se B trasmette, A non sente e non riceve? Con riceve intendo che sulla radio appare il segnale di RX ma l'altoparlante non si apre.
Al contrario A sente tutto poiché non ha alcun tono attivo, B (che ha il SUB attivo) invece riceverà solo chi trasmette con il sub 10 poiché il suo ricevitore è chiuso appunto dal tono.

Citazione
In sostanza l'unica differenza tra i due è solo l'eventuale suono di sottofondo? L'uso dei DCS non ha alcun vantaggio rispetto ai CTCSS? Se la risposta è che sono di più, mi collego a quanto scritto in fondo (*)
Esatto.

Citazione
Se Marco e Sara volessero parlare sul canale 5 sub 10 senza essere disturbati e senza disturbare, ci riuscirebbero se Giulia e Luca parlassero nello stesso momento sul canale 5 sub 20?
Se si è sulla stessa frequenze e tutti si sentono tra loro sarà impossibile non sovramodularsi se due o più persone parlano nello stesso momento, il tono quindi servirà sola a filtrare l’audio tranne per quei segnali che usano il mio stesso tono, in pratica il tono serve solo per silenziare il ricevitore o se preferisci per capirci meglio, ciò che devi uscire dall’altoparlante.

Citazione
Al momento non ho idea di cosa sia la sovramodulazione.
(*)Se la sovramodulazione fosse una sovrapposizione di segnale (vado ad intuito), per cui nel momento in cui si riceve una trasmissione in quel canale questa lo "domina", che senso ha usare i subtoni? Ormai nei pmr in media ci sono oltre 80 subtoni tra analogici e digitali, ma a parte dare una parvenza di privacy, perchè si dovrebbero usare se tanto appena arriva un segnale ho comunque la "linea occupata"
Esatto, è una sovrapposizione di segnali ma il problema è che il tono non ha nulla a che vedere con l’eliminazione dei disturbi radio, il tono serve solo per filtrare a livello di altoparlante tutti i segnali tranne quelli che usano il medesimo tono da noi impostato.

Inoltre il tono evita anche che il ricevitore si apra di continuo a causa di scariche e disturbi vari facendoci cosi sentire il classico ma anche fastidioso fruscio e difatti vengono usati anche nei ripetitore per evitare che questi, invece di ritrasmettere solo i segnali che usano lo stesso tono, ritrasmettano ogni cosa che ricevono come ad esempio le scariche o altri disturbi che giungono al ripetitore.

Citazione
...ma a parte dare una parvenza di privacy, perchè si dovrebbero usare se tanto appena arriva un segnale ho comunque la "linea occupata"
Appunto come detto, i toni non sono magici è se la frequenza è occupata è occupata e basta, è come se io mi sedessi in una sedia, l’ho occupata e basta ma se uno mi si siede sopra abbiamo creato una sovramodulazione e ne esce un casino e poi faremmo pure a botte, scusa il paragone ma è giusto per farti capire meglio. :D

Per farla breve, considera i toni CTCSS o DCS come se fossero una parola chiave, se la sai passi altrimenti rimani fuori ma i disturbi radio rimangono in ogni caso.

Offline Spectre

  • Newbie
  • *
  • Post: 36
Re:Chiarimenti su CTCSS e DCS
« Risposta #4 il: Mer 23 Mar, 14:49 2022 »
Grazie mille @SimplexFM, sei stato chiarissimo, ma c'è un nodo che proprio non riesco a sciogliere e che è un po' il centro della questione (probabilmente dovuto all'assoluta ignoranza in materia di radio).

Abbiamo detto che la sovramodulazione è la sovrapposizione di segnali operanti nella stessa frequenza e che i subtoni non eliminano disturbi e sovrapposizioni, e che se una frequenza è occupata ci posso fare poco, fino a qui ci sono.

Abbiamo anche detto, però, che il tono serve solo per filtrare a livello di altoparlante tutti i segnali tranne quelli che usano il medesimo tono da noi impostato, ne deduco quindi che se anche ci fossero 100 persone a parlare contemporaneamente su un canale, se due persone volessero potersi parlare e sentire a vicenda ESCLUDENDO tutte le altre, basterebbe loro impostare un subtono (chiaramente non utilizzato da nessuno) e non avrebbero alcun problema, visto che comunque l'altoparlante si aprirebbe solo a chi usa quel subtono. Dico bene o sto sbagliando qualcosa?

Offline SimplexFM

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 390
Re:Chiarimenti su CTCSS e DCS
« Risposta #5 il: Mer 23 Mar, 18:20 2022 »
Citazione
Abbiamo anche detto, però, che il tono serve solo per filtrare a livello di altoparlante tutti i segnali tranne quelli che usano il medesimo tono da noi impostato, ne deduco quindi che se anche ci fossero 100 persone a parlare contemporaneamente su un canale, se due persone volessero potersi parlare e sentire a vicenda ESCLUDENDO tutte le altre, basterebbe loro impostare un subtono (chiaramente non utilizzato da nessuno) e non avrebbero alcun problema, visto che comunque l'altoparlante si aprirebbe solo a chi usa quel subtono. Dico bene o sto sbagliando qualcosa?

Facciamo un esempio a più livelli, se 100 persone parlano contemporaneamente, con o senza tono non importa, e tutti i segnali più o meno si equivalgono, se non hai il tono inserito in ricezione sentirai una gran confusione tipo inneschi, fischi, rumori strani ecc, se invece attivi un tono non ti accorgerai che in frequenza c’è la terza guerra mondiale in corso, a questo punto ammettiamo che stai aspettando un amico e che andrà ad utilizzare il tuo stesso tono, se il segnale del tuo amico è più forte di tutti gli altri questo andrà a sovrastagli e indifferentemente che si usi il tono oppure no, se però il segnale inizierà un po' alla volta ad abbassarsi questo diverrà sempre meno comprensibile fino a sparire, se invece usate il tono accadrà che pure il tono arriverà disturbato è questo comporterebbe che il ricevitore si aprirebbe e chiuderebbe in continuazione, insomma non funzionerebbe più nemmeno il tono che arrivando appunto disturbato non riuscirà ad aprire il ricevitore in maniera stabile.

Non so se hai capito la logica!

Fai finta che il tono (anzi e proprio così) sia un comando remoto che dice all’altra radio di aprire e chiudere la ricezione.

Offline IW3HQD

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 2346
  • Sesso: Maschio
Re:Chiarimenti su CTCSS e DCS
« Risposta #6 il: Mer 23 Mar, 18:26 2022 »
Si chiama saturazione.
Il tono non fa altro che mascherarla, ma non può né spostarla né nasconderla.
Se sulla stessa frequenza ci sono 100 portanti simultanee (e tutte ricevibili dalla stessa radio), non è detto che usando il CTCSS si riesca ugualmente a comunicare: se il suo corrispondente in subaudio è lontano 5 km e a 1 km c'è una portante 10 volte più potente, la sua radio potrebbe non ricevere e decodificare correttamente il subaudio e pertanto non aprirsi per niente oppure iniziare un continuo aggancia-sgancia che renderebbe la comunicazione parimenti incomprensibile.
73 de IW3HQD

Offline SimplexFM

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 390
Re:Chiarimenti su CTCSS e DCS
« Risposta #7 il: Mer 23 Mar, 18:36 2022 »
Dai una letta anche su Wikipedia. https://it.wikipedia.org/wiki/CTCSS

Offline Spectre

  • Newbie
  • *
  • Post: 36
Re:Chiarimenti su CTCSS e DCS
« Risposta #8 il: Mer 23 Mar, 23:06 2022 »
Grazie ad entrambi, mi avete risolto dei dubbi che avevo da anni ma non ho mai trovato risposte soddisfacenti.

Offline charles_forever

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 696
  • Sesso: Maschio
Re:Chiarimenti su CTCSS e DCS
« Risposta #9 il: Gio 24 Mar, 09:40 2022 »
Purtroppo il collega ha usato impropriamente il termine "sovramodulazione". Il vero nome è "interferenza". Due o più stazioni sulla stessa frequenza interferiscono tra di loro, e il risultato sarà un guazzabuglio incomprensibile. Il tono CTCSS o DCS non c'entra nulla con la modulazione. Una modulazione interferita è incomprensibile, tono o no. Il tono è solo una "chiave" sonora, analogica o digitale, che fa aprire l'audio a tutti i corrispondenti che abbiano la ricezione "marcata" dallo stesso tono. Il tono apre l'audio e basta. Poi l'audio è quello esistente sul canale, sia esso una modulazione pulita o una somma di interferenze reciproche. Un ricevitore senza toni aprirà l'audio a qualunque segnale, compresi scariche e rumori atmosferici. Un ricevitore con un tono impostato aprirà l'audio unicamente quando rileverà il tono impostato, e solamente quello. Tecnicamente esiste in ogni radio un circuito, detto "squelch", o "silenziatore", dall'Inglese. Tale circuito silenzia l'audio. La ricezione di un tono preimpostato nel ricevitore fa sì che lo "squelch" si apra, facendo ascoltare tutto quello che esiste su quella frequenza (detta anche, talvolta,"canale", a seconda del tipo di radio).
Per precisione, la sovramodulazione è data da un'eccessivo segnale audio inviato al modulatore di trasmissione di un trasmettitore in AM. Tutti o quasi, però, intendono con "sovramodulazione" la contemporanea presenza di modulazioni sulla stessa frequenza o "canale".


Charles
Inter poenas et tormenta
vivit anima contenta
casti amoris
sola spe.

Offline Gianfranco

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 321
Re:Chiarimenti su CTCSS e DCS
« Risposta #10 il: Gio 24 Mar, 14:03 2022 »
Citazione
Per precisione, la sovramodulazione è data da un'eccessivo segnale audio inviato al modulatore di trasmissione di un trasmettitore in AM. Tutti o quasi, però, intendono con "sovramodulazione" la contemporanea presenza di modulazioni sulla stessa frequenza o "canale".
73.

La descrizione tecnica è correta ma...

Il termine sovramodulazione fa storicamente parte anche del gergo cb e quasi sempre viene usato impropriamente anche dai radioamatori e che (in questo caso) sta a indicare la sovrapposizione di più segnali. Alzi la mano chi ad esempio non ha mai detto: Ripeti perché sei stato sovramodulato! In pratica lo dicono tutti. :)

Offline charles_forever

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 696
  • Sesso: Maschio
Re:Chiarimenti su CTCSS e DCS
« Risposta #11 il: Ven 25 Mar, 09:52 2022 »
E' verissmo, però, in una spiegazione tecnica, "interferenza" rende meglio l'idea di più stazioni interagenti tra di sé.
Sovramodulazione fa  più pensare ad una stazione potentissima che copre come un ombrello una stazione piccolina, e non rende l'idea.

Charles
Inter poenas et tormenta
vivit anima contenta
casti amoris
sola spe.

 

free countersfree countersfree counters