Autore Topic: LPD/radioamatori  (Letto 366 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline fabius68

  • Newbie
  • *
  • Post: 8
  • Sesso: Maschio
LPD/radioamatori
« il: Dom 20 Feb, 20:31 2022 »

Buonasera a tutti, vorrei un aiuto per risolvere un dubbio al quale fatico a dar risposta.

Frequenza 433.250, quindi nel range 433,0000 - 434,0000, frequenze che possono usare gli apparecchi a corto raggio, LPD. Ma sono condivise anche con il MiSe per i radioamatori.
Chi si deve "spostare" in caso di sovrapposizione? Mi spiego, a volte capita che venga usata per guidare atleti in attività sportive a corto raggio, ma una trasmissione radioamatoriale può creare interferenze e rendere "la guida" impossibile. Come risolvere?

Grazie a chi mi risolve questo dubbio.
73   da   IU3EIU
Fabio

Offline Maurinok

  • Full Member
  • ***
  • Post: 148
Re:LPD/radioamatori
« Risposta #1 il: Dom 20 Feb, 22:43 2022 »
Buonasera a te Fabius68.

433 Mhz è assegnata primariamente al ministero della difesa e al MISE, i radioamatori sono in statuto secondario in condivisione con gli LPD ma quest’ultimi devono dare priorità ai radioamatori.

Mi chiedo però una cosa: gli LPD dispongono di soli 10 Milliwatt e dunque si parla di potenza da giocattolo ed è molto improbabile interferire con i radioamatori almeno che questi non si trovino nelle vicinanze, questo te lo dico perché ci sono molte persone che non rispettano le leggi e invece di usare gli LPD usano apparati amatoriali e con molta più potenza oppure usano PMR/LPD modificati.

Per risolvere il problema della convivenza radioamatori/LPD basta che usi i canali dal 38 in su, infatti questi canali si trovano a 434 Mhz che non è una frequenza assegnata ai radioamatori e problema risolto.

In alternativa puoi usare le frequenze PMR446 ma immagino che usi le LPD perché sono più libere!

Offline fabius68

  • Newbie
  • *
  • Post: 8
  • Sesso: Maschio
Re:LPD/radioamatori
« Risposta #2 il: Lun 21 Feb, 07:35 2022 »
Grazie per la solerte risposta.
Il problema è che pur usando apparati LPD a bassa potenza l'interferenza è da parte degli apparati radioamatoriali che si sovrappongono rendendo impossibile comunicare. A dire il vero, la cosa strana è che anche le comunicazioni radioamatoriali avvengono con i subtoni attivi, visto che gli apparecchi LPD con subtono attivo comunque rilevano la comunicazione. Tant'è, proverò a consigliare lo spostamento sui 38 e più per risolvere. PMR sono abbastanza "occupati" anche se con subtoni si risolve abbastanza.
Grazie ancora.
73   da   IU3EIU
Fabio

Offline iwunovebid

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 3607
  • Sesso: Maschio
Re:LPD/radioamatori
« Risposta #3 il: Lun 21 Feb, 09:12 2022 »
Fabius68 le dritte di Maurinok sono giuste, aggiungo che tu dovresti già sapere che i radioamatori possono usare tutti i tipi di antenne esterne molto performanti e una potenza legale a Rf fino a 500 watt anche se per uso Tropo Eme ecc si esagera prepotentemente.
Anche l'uso dei sub-toni è condiviso ma in questo caso si preferiscono quelli a tonalità bassa rispetto a quelli più alti udibili in certi apparati quindi se ne utilizzerete uno sopra ai 179.9 hz difficilmente sentirete un OM sempre ammesso che non saturi il front-end dei Vs. apparati.

Saluti.

Offline User100

  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1693
Re:LPD/radioamatori
« Risposta #4 il: Lun 21 Feb, 09:42 2022 »
La soluzione è molto facile, sostituire gli LPD con dei PMR e impostare un subtono.

Offline fabius68

  • Newbie
  • *
  • Post: 8
  • Sesso: Maschio
Re:LPD/radioamatori
« Risposta #5 il: Lun 21 Feb, 11:27 2022 »
Grazie a tutti, proverò a trasmettere questi consigli e vediamo se riuscirà a risolvere.

Ancora grazie.
73   da   IU3EIU
Fabio

 

free countersfree countersfree counters