Autore Topic: apparati militari postbellici  (Letto 124 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline thomas

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 94
  • Karma: -1
apparati militari postbellici
« il: Dom 13 Set, 13:21 2020 »

Buongiorno a tutti,

premetto che sono anche un collezionista di militaria e di apparati surplus, e l'intento di questo post non è certo polemico.

Sono anni che un dubbio mi arrovella. Alla luce anche delle mie esperienze di naja, nonchè in un'altra Forza Armata (20 anni di servizio), ho riscontrato che gli apparati militari postbellici, rispetto a quelli civili (degli anni 80/90), avevano minore potenza emessa, erano più pesanti ed ingombranti, si fatica a reperire esemplari funzionanti nonchè pezzi di ricambio e batterie, senza contare i problemi legali a detenere tale materiale (specie dopo il 2006 con l'inasprimento dell'art 28 del TULPS), e dispongono di sintonie manuali e macchinose.

Escludendo l'interesse collezionistico e non considerando l'immediato dopoguerra, quando questi costituivano l'unico materiale (anche a buon mercato) reperibile, a questo punto mi chiedo quale sia (tuttora) la convenienza ad acquistare ed usare questi apparati

SWL-181-TO

  • Visitatore
Re:apparati militari postbellici
« Risposta #1 il: Dom 13 Set, 13:56 2020 »
Fino al 2000 circa ho collezionato di tutto, rt66 70 grc9 ma anche roba decisamente più vecchia. La mia prima radio? 1
9mk3, 19mk1. Poi mi sono reso conto che non aveva senso. Ho venduto tutto. Ho tenuto solo pochi pezzi  risalenti al 1920/1930 perché non ingombranti (Spy radio) e curiosi. Usarle è fuori discussione, sono solo fermacarte.  Ad oggi non ci vedo interesse. Ma giustamente hanno un loro pubblico.

Offline ALL MODE

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 250
  • Karma: 9
Re:apparati militari postbellici
« Risposta #2 il: Dom 13 Set, 15:53 2020 »
Citazione
Escludendo l'interesse collezionistico e non considerando l'immediato dopoguerra, quando questi costituivano l'unico materiale (anche a buon mercato) reperibile, a questo punto mi chiedo quale sia (tuttora) la convenienza ad acquistare ed usare questi apparati
Ciao, non è una questione di convenienza poiché per tipologia e periodo sono apparecchi totalmente diversi e appunto interessano solo dal punto di vista storico o per semplice passione quindi io non mi porrei la domanda.

 

free countersfree countersfree counters