Autore Topic: Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!  (Letto 375 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline ExPirata

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 63
  • Karma: 1
Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« il: Dom 29 Mar, 16:22 2020 »

In rete mi sono imbattuto in questa alquanto curiosa “campagna contro l'uso dei decodificatori morse” Personalmente rimango un pò sorpreso poiché credo che quasi chiunque di chi pratica la telegrafia la fa con il tasto e con le orecchie tranne qualche bacucco abituale. Detto in poche parole, anche se sono assolutamente d’accordo, non mi sembra un problema così grave e diffuso anche se forse chi fa attività in cw abitualmente potrà avrà le sue esperienze da raccontare.

Offline IW9BID

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 1765
  • Karma: 59
  • Sesso: Maschio
    • https://www.qrz.com/db/IW9BID
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #1 il: Dom 29 Mar, 18:42 2020 »
Ciao, è una moda se vuoi un vezzo, mica qualcuno ti impone di fare telegrafia old stile.
Che vuoi che ti dica e una roba da Club Prive, lasciala a loro e tu fai ciò che ritieni più consono a Te.
Un saluto
73 de IW9BID

Offline SWL-181-TO

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 724
  • Karma: 21
  • Sesso: Maschio
  • Without technician science is just a filosophy.
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #2 il: Dom 29 Mar, 18:52 2020 »
Non so, sono iniziative che lasciano il tempo che trovano. Io farei una campagna contro i piani cottura ad induzione in favore della termocucina a legna . Oppure contro gli strumenti senza lancetta.
Piccole radio, piccole potenze, grandi soddisfazioni.

Offline ExPirata

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 63
  • Karma: 1
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #3 il: Dom 29 Mar, 19:07 2020 »
Infatti per questo rimango perplesso, sono d'accordo che per rispettare la tradizione e la storia si dovrebbe fare telegrafia manualmente e non con mezzi automatici ma appunto mi sembra un problema non problema e non di certo da farci una campagna di sensibilizzazione, sa un po' di: non usate echolink e non usate il digitale. :)

Offline SWL-181-TO

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 724
  • Karma: 21
  • Sesso: Maschio
  • Without technician science is just a filosophy.
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #4 il: Dom 29 Mar, 19:24 2020 »
Ma no. Credo che ci siano nostalgici che credono ancora veramente nella supremazia del vecchio OM . Quello col manico, che collegava le Virgin Island con due valvole e un parafulmine.
Io ai tempi ho subito nonnismo dai I1 perché io IW1 ero un paria relegato alla sola fonia. Poi mi sono messo di buona lena. Ma non crediate sia finita. Io non sono bravo e ancora oggi subisco da parte di quelli che sono iperveloci. Credo che il bello di questa passione stia nel fatto che ci modi innumerevoli po'se dare spazio. Persino un non licenziato può giocare con Cb e/o pmr. Insomma ce n'è per tutti. Senza bisogno di campagne contro l'uso dell'avvitatore senza fili.
Piccole radio, piccole potenze, grandi soddisfazioni.

Offline BarraMobile

  • Full Member
  • ***
  • Post: 220
  • Karma: 6
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #5 il: Dom 29 Mar, 21:59 2020 »
73 a tutti. Fare la campagna contro è esagerato ma il vero problema forse è un altro. Personalmente ho praticato telegrafia per alcuni anni senza infamia e senza gloria e in qualche occasione mi sono capitati alcuni corrispondenti che affermavano di usare il tasto quando invece era assolutamente innegabile usasse invece qualcos'altro e vi lascio immaginare quanto mi sentissi preso in giro, io li a sudare e lui a premere sulla tastiera. Ecco questo è il vero nocciolo della questione ma non riguarda tanto la telegrafia ma l'onestà della gente quindi la campagna dovrebbe essere fatta contro questi personaggi e non contro i decodificatori che colpe non ne hanno come anche chi li usa.

Offline Roby66

  • Full Member
  • ***
  • Post: 207
  • Karma: 4
  • Sesso: Maschio
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #6 il: Lun 30 Mar, 09:38 2020 »
Concordo in buona parte con SWL-181-TO, quando dice che: "... ci siano nostalgici che credono ancora veramente nella supremazia del vecchio OM", ma aggiungo alcune mie, personalissime, considerazioni. Fin dai primi anni '80, quando mi sono avvicinato al mondo dei Radioamatori, ho convintamente ritenuto che il CW fosse già un modo obsoleto per comunicare, ricordo anche che il Packet era in fase di diffusione. Ovviamente i "vecchi" OM e non solo quelli anagraficamente anziani, erano aggrappati con le unghie e con i denti al CW, quindi parlare di "supremazia" è corretto. Ora, fortunatamente, dopo 40 anni, noto che ce ne sono molti meno a difendere questa modalità di comunicazione e che i modi digitali hanno preso il sopravvento. Ci sono però sempre degli "odiatori del PC". A tutti i colleghi ed amici radioamatori voglio ricordare caldamente il codice etico del Radioamatore che, come la Costituzione, … non andrebbe mai, né dimenticato né "piegato" ai propri desideri. Al punto 3 recita: "-IL RADIOAMATORE E' PROGRESSISTA: Segue il progresso della tecnica; apporta continuamente migliorie ai propri impianti; si sforza di adoperare la sua stazione con la migliore correttezza possibile." Lo spirito vero di questa passione meravigliosa che ci unisce è "sperimentare" e progredire guardando al futuro e non "conservare" il passato! Il "CW" risale al 1837 o meglio al 1844 (diffondendosi diciamo ca. intorno a metà dell'800 con i cavi sottomarini) quando cominciò ad essere usato in telegrafia grazie a Samuel Morse e venne usato poi via radio da Marconi a fine '800 (1896) per trasmettere informazioni via radio. E' stato ufficialmente abbandonato oramai da tutti (NATO compresa) già a fine 2000. Dal 2005, l'Unione internazionale delle telecomunicazioni (ITU) ha stabilito che il codice Morse sia dismesso dalle prove di esame per ottenere la patente di radioamatore eliminando la distinzione tra classe A e B, una delle più grandi ed inutili ingiustizie mai concepite. Quindi non trovo sconveniente usare “dei decodificatori morse”, ma trovo inutile che i Radioamatori si concentrino sul CW  ;) '73
IU6GWQ

Offline IW3HQD

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 662
  • Karma: 48
  • Sesso: Maschio
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #7 il: Lun 30 Mar, 10:19 2020 »
Quando leggo di questi "artifizi e raggiri" mi viene in mente un articolo scritto nella RR 10-97 ad opera di un anonimo radioamatore e che mi pregio di pubblicare qui, a uso e consumo di tutti coloro che vogliano dedicarvi due minuti. Un articolo che vale più di mille discorsi e che dovrebbe essere incorniciato a futura memoria. E' un articolo dove si parla anche di una tecnologia che oggi non c'è più, e che a maggior ragione fa sorridere. Perché oggi la situazione non è poi tanto diversa da quella di ieri...

------------------

Vorrei sapere come mai quelli che dicono che il CW è inutile e obsoleto sono sempre quelli che non lo conoscono.
Fra l'altro non mi pare che sia una cosa intelligente giudicare ciò che non si conosce: il minimo che ci si può aspettare è una figuraccia!
Già nel IV secolo A.C. il greco Esopo, con l'intento di prendere in giro coloro che definivano desueto e arcaico il CW, scrisse la famosa tavoletta intitolata "La volpe e l'uva" e nelle Sacre Scritture sono citati più volte i Buoni Operatori. Dante scrive: "ahi, quanto a dir qual era, è cosa dura" ricordando la fatica che fece a imparare l'uso del keyer. Il pessimismo cosmico del Leopardi viene attribuito al senso di inferiorità provocato dal non essere riuscito a copiare né il compito di teoria né quello di telegrafia, come molti invece facevano tranquillamente. Le stesse decisioni di purghe politiche da parte di un noto dittatore russo con grossi baffi sono attribuite alla rabbia che provava quando non riusciva  a piazzarsi decentemente nei contest CW, battuto regolarmente dai sui ministri e generali.
Alcuni dicono che il CW è una cosa che non gli entra in testa neanche a morire, hanno studiato come pazzi tre minuti alla settimana per cinque giorni di seguito, ma proprio non c'è stato niente da fare: questo CW è materia ostica e complicata, poverini, non è colpa loro se hanno la volontà e la fermezza incrollabile di un bambino di 7 anni obeso, viziato e allevato da una madre nevrotica. C'è chi addirittura tira fuori delle cretinate da far gelare il sangue: il CW non serve più perché tanto i QSO intercontinentali possono fare benissimo via satellite in maniera rapida e sicura. Bene, aggiungo io, allora perché non usare l'Italcable? Pensate che tre minuti di conversazione con gli USA costano appena 10mila lire! Non garantisco della sicurezza di quelli che usano argomenti del genere: se li incontrassi di notte in un vicolo buio li inchioderei a un palo della SIP: il telefono, la tua croce!
Poi ci sono i "pretendenti" che in questo caso non sono quelli che aspirano a impalmare una donna ricca e piacente, ma coloro che pretendono a tutti i costi. Da chi? Ma dall'ARI, naturalmente!
E' colpa dell'ARI se gli IW hanno solo 10 watt di potenza, se il ministero non regala le licenze ai diplomati con 36/60, senza esame di telegrafia, se i ponti radio in FM non sono concessi ai CB; è ancora colpa dell'ARI se non si regala la licenza ai pescatori con più di 80 anni di servizio, ai protettori degli umili, degli oppressi, dei gatti randagi e delle biciclette smarrite, ai fomentatori di discordie, a coloro che predicano il male e razzolano il basa, ai santi, agli angeli, ai cherubini, ai serafini, alle vergini e ai profeti. A Biancaneve e ai sette nani, agli elfi, alle fate, agli assessori regionali onesti e a tutte le altre creature della fantasia. A tutti quelli che muoiono sperando in un domani migliore senza colpirlo, a quelli che lavano triologicamente, a chi pensa che Marconi fece i primi esperimenti con uno spinterogeno, alle meretrici e alle altre macchine agricole comprese le motoseghe, a quelli che hanno il Pentium più veloce del west, a quelli che mandano i 73-51-88 estensibili ai settimi cugini, a quelli che li coprono con la portante e a quelli che li coprirebbero con un metro di terra.
Certo, non ci possiamo lamentare, il mondo è bello perché è vario, e fra i radioamatori ce ne sono di tutti i tipi. I più simpatici sono quelli che dicono "ma tanto la radio è un gioco" e dopo il NET ammazzano i figli di botte; poi ci sono quelli che succhiano software per ore e ore, quelli che li disconnettono, quelli che disconnettono quelli che li disconnettono, quelli che disconnettono quelli che disconnettono quelli che li disconnettono.
La nostra simpatia va soprattutto a quelli che fanno racket perché è di moda, a quelli che lo fanno perché cercano di sapere come finisce Beautiful, a quelli che nel loro BBS entrano solo i radioamatori di pura razza ariana, a quelli che nei loro BBS più gente entra più bestie si vedono, a quelli che mandano i bacon tre volte al minuto, a quelli che lo mandano con scritto "operatore scemo, connettine un altro", a quelli che scrivono "BBS con tre milioni di programmi, YAPP abilitato solo ai simpatici", a quelli che nascondono le directory, a quelli che nascondono i soldi, a quelli che nascondono l'ingegno così bene che poi non si trova più, a quelli che splittano i file, a quelli che li ricuciono, a quelli che li imbastiscono, a quelli che tagliano e a quelli che attaccano i bottoni.
Poi ci sono i radioamatori tosti, gente decisa, pronta a tutto, uomini che non devono chiedere. Sono quelli che chiamano CQ DX for the NET con una pronuncia inglese eccezionale dicendo "only little island of Pacific Ocean, possibilmente Tokelau ma anche Kermandec la va ben" e dopo mezz'ora di chiamate preparano una lista per far collegare SV2 mezzo addormentato, un IS0 che intanto legge fotoromanzi e un 7X2BK chiamato in 80 metri da un volenteroso mandato allo sbaraglio come Indiana Jones.
Naturalmente se dall'Italia non si ascoltano bene i rapporti dell'SV2 c'è sempre qualche interdetto che provvede a fare opera di misericordia ripetendoli a beneficio dei malcapitati, oltretutto sentendosi buono come Babbo Natale. A costoro va la nostra simpatia, così come a quelli che imparano proprio con le loro mani che il saldatore lasciato acceso mangia carne di stupido, a quelli che hanno cercato di cambiare le valvole nel lineare in trasmissione e alle loro vedove, a quelli che a forza di ascoltare i telefoni cellulari hanno raggiunto un'idiozia del dodicesimo grado della scala Mercalli, a quelli che in racket mandano messaggi spiegando cosa sono i radiodilettanti veri, dove nidificano, come si riproducono e cosa si deve fare per addomesticarli.
A tutti quelli che odiano l'ARI perché moralmente sono piccoli, a quelli che odiano l'ARI perché moralmente sono piccolissimi, a quelli che odiano l'ARI perché sono così piccoli che per sputare per terra devono salire su una sedia.
A tutti quelli che.... oh yeah!! Evviva il CW!!
73 de IW3HQD

IZ2340SWL

  • Visitatore
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #8 il: Lun 30 Mar, 10:27 2020 »
Mah...

Vogliamo parlare della campagna per ricominciare a fare le radici quadrate senza l'uso della calcolatrice?
Dai, andiamo sul semplice: le divisioni.

Offline Roby66

  • Full Member
  • ***
  • Post: 207
  • Karma: 4
  • Sesso: Maschio
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #9 il: Lun 30 Mar, 10:36 2020 »
Caro IW3HQD,

bella lettura questo articolo, ma a differenza di questo anonimo radioamatore, io dichiaro apertamente il mio nominativo, con cui mi firmo. L'anonimo radioamatore dice di non giudicare ciò di cui non si conosce, giusto: essendo laureato in Ing. Eletttronica ad indirizzo Telecomunicazioni, forse qualcosa posso dire di saperla. Da ca. 40 anni mi appassiono di elettronica in genere ed alla teoria posso dire di avere unito anche un po' di esperienza. Ma qui il problema non è tanto di questione tecnica, peraltro chiara: il CW non è un modo "conveniente" da moltissimi anni … altrimenti tutti i sistemi di telecomunicazione userebbero il Morse ed anzi questo sarebbe ancora in voga. Il problema qui è solo "affettivo". Sugli affetti … alzo le mani, al cuore non si comanda!  :)
IU6GWQ

Offline SWL-181-TO

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 724
  • Karma: 21
  • Sesso: Maschio
  • Without technician science is just a filosophy.
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #10 il: Lun 30 Mar, 10:41 2020 »
Sono d'accordo. Al cuor non si comanda. Ma evitiamo divisioni e campagne. Io faccio QRP ma non farei mai una campagna anti QRO. Io arrivo appena a 12wpm mi sono sempre dichiarato uno specialista in CW lento. Insomma c'è spazio per tutti. Facciamo campagna pro radio. Mi sembrerebbe più costruttivo.
Piccole radio, piccole potenze, grandi soddisfazioni.

Offline IW3HQD

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 662
  • Karma: 48
  • Sesso: Maschio
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #11 il: Lun 30 Mar, 12:23 2020 »
Caro IW3HQD,

bella lettura questo articolo, ma a differenza di questo anonimo radioamatore, io dichiaro apertamente il mio nominativo, con cui mi firmo. L'anonimo radioamatore dice di non giudicare ciò di cui non si conosce, giusto: essendo laureato in Ing. Eletttronica ad indirizzo Telecomunicazioni, forse qualcosa posso dire di saperla. Da ca. 40 anni mi appassiono di elettronica in genere ed alla teoria posso dire di avere unito anche un po' di esperienza. Ma qui il problema non è tanto di questione tecnica, peraltro chiara: il CW non è un modo "conveniente" da moltissimi anni … altrimenti tutti i sistemi di telecomunicazione userebbero il Morse ed anzi questo sarebbe ancora in voga. Il problema qui è solo "affettivo". Sugli affetti … alzo le mani, al cuore non si comanda!  :)
Non è un modo "conveniente", anche se sul concetto di convenienza potremmo aprire un dibattito.
Ma è (e resterà sempre) l'unico modo che consente di comunicare a distanza indipendentemente da una radio: il segale Morse può essere inviato con una pila, battendo un bastone su un tronco o un sasso sul metallo....
Ma qui non è in discussione questo. Qui si discute sui metodi fraudolenti che hanno tanti "radioamatori" (il virgolettato è voluto) per collocarsi ai primi posti nei contest CW o semplicemente per sfigurare on air come il battitore più veloce del mondo. Salvo venire poi miseramente scoperti.....
73 de IW3HQD

Offline BarraMobile

  • Full Member
  • ***
  • Post: 220
  • Karma: 6
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #12 il: Lun 30 Mar, 15:07 2020 »
Citazione
Vorrei sapere come mai quelli che dicono che il CW è inutile e obsoleto sono sempre quelli che non lo conoscono.
Fra l'altro non mi pare che sia una cosa intelligente giudicare ciò che non si conosce: il minimo che ci si può aspettare è una figuraccia!
Su questo punto ma anche in altri la cosa è però reciproca, avete presente quelli che fanno CW o usano solo le valvole! ecco dicono le stesse cose sul DMR, sulle modalità digitali, su echolink ecc. çç44

Dai riferimenti di questo OM anonimo si capisce che è stato scritto negli anni 90 anche se molte cose stanno ancora così e altre meno.

Tornando al discorso iniziale, paradossalmente, considerando che la telegrafia si sta lentamente estinguendo e che solo i radioamatori sono in grado in qualche modo di farla continuare a vivere, quando forse un giorno nessuno non la vorrà più imparare ci saranno appunto i computer che faranno quello che nessuno vuol più fare, quindi altro che campagna contro i decodificatori, quando non ci saranno nemmeno più quelli il cw sarà solo un lontano ricordo quindi viva i decodificatori i computer le interfacce e pure le telescriventi. :D

Citazione
Ma qui non è in discussione questo. Qui si discute sui metodi fraudolenti che hanno tanti "radioamatori" (il virgolettato è voluto) per collocarsi ai primi posti nei contest CW o semplicemente per sfigurare on air come il battitore più veloce del mondo. Salvo venire poi miseramente scoperti...
Esattamente così, il succo del discorso è questo, le persone non le macchine.
 

Offline charles_forever

  • Full Member
  • ***
  • Post: 203
  • Karma: 10
  • Sesso: Maschio
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #13 il: Mar 31 Mar, 10:41 2020 »
Il punto è il "radiantismo". Cioè la passione per la "radio".
Tempo fa mio figlio mi disse: "papà, ma perché stai lì a fare le quattro di notte per ascoltare una radio andina, quando c'è anche su Internet?"  Io gli risposi: "caro figliolo, perché tu passi il sabato su una bicicletta, quando hai la moto e la macchina? Per sport". Mio figlio mi sorrise, e non mi commiserò mai più.
Il radiantismo, come la pesca sportiva, è fatto di vari segmenti. C'è la pesca alla trota, c'è la pesca a mosca, la pesca a cucchiaino, la pesca in Po', la pesca in mare, la traina, la pesca a fondo del pesce gatto, il carp fishing, c'è la gara di pesca, ecc. E' tutta pesca. Tutto sport.
C'è il DX con QSL, c'è il radioascolto, c'è il QRP, c'è il CW, c'è l'autocostruzione, c'è il radioantiquariato, c'è il modo digitale, c'è la SSTV, c'è la trasmissione a microonde, ci sono i ponti radio, ci sono i contest, ecc. E' tutto radiantismo. Tutto sport.

Carino, il CW. Fatto con quello che vi pare. E' tutto CW. Tutto sport.

Charles

Offline BarraMobile

  • Full Member
  • ***
  • Post: 220
  • Karma: 6
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #14 il: Mar 31 Mar, 13:22 2020 »
In genere troppe persone non addette ai lavori non capiscono la differenza tra passione e pura utilità fine a se stessa e dicono al pescatore come mai va a pescare invece di comprare il pesce in pescheria. çç44

Offline IW3HQD

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 662
  • Karma: 48
  • Sesso: Maschio
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #15 il: Mar 31 Mar, 13:25 2020 »
Per sport....
Salvo che il CW resterà sempre l'unico sistema in grado di poterti salvare la vita.
73 de IW3HQD

Offline charles_forever

  • Full Member
  • ***
  • Post: 203
  • Karma: 10
  • Sesso: Maschio
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #16 il: Mar 31 Mar, 14:08 2020 »
Sì, ma a chi la salva? Dove? Il CW funziona contro il coronavirus?
Può, in alcuni casi, ancora salvare vite umane. Però, se si deve investire in formazione, forse conviene dirigersi in altre direzioni.
Mi ricordo che, quando ero ancora un ragazzo, c'era a Parma un Radioamatore, che di nome vaceva Xxxxxino, che lavorava al Magistrato per il Po', e usava il CW per lavoro. Tutti mi dicevano, siccome i bravi stanno zitti e i coglioni ripetono all'infinito, che Xxxxxino era un mostro, che non sarei mai stato in gamba in CW come Xxxxxino, e qui e là e di su e di giù. Al Magistrato per il Po', qualche mese dopo, avevano installato degli RTX ad onda corta, ma gestiti digitalmente, ove gli addetti battevano su una tastiera, e le macchine facevano tutto in multiduplex a pacchetti (tipo packet). Ma tutti dicevano che, in caso d'emergenza, solo Xxxxxino avrebbe potuto salvare la baracca. Dopo alcuni anni le radio furono sostituite dalla rete Internet. Xxxxxino era beatamente in pensione, e la gente continuava a venire salvata.
Questi stereotipi sul CW continuano da tanto tempo. Io sono capace di usarlo, ma non credo assolutamente che sia ancora necessario all'esame di patente. Fa parte del radiantismo, come tutto, forse avrà ancora spazi operativi, ma non è quel cavallo da corsa sul quale punterei le mie sostanze...
Ad ogni modo, se a uno piace, con la propagazione che abbiamo, il CW ancora tiene banco sui 20, 30, 40, 60 e ci si può divertire ancora per tanto tempo.

Charles

Offline IW3HQD

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 662
  • Karma: 48
  • Sesso: Maschio
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #17 il: Mar 31 Mar, 14:28 2020 »
@charles
Io non confonderei il sacro con il profano. Il mio riferimento al "salvarti la vita" è riferito ad esempio al soccorso in montagna: è capitato di dover comunicare con un alpinista rimasto incrodato in parete, ed è stato fatto con una pila. Bontà sua, conosceva il CW. Bontà nostra, conoscevamo il CW.

Circa la digitalizzazione del CW, ormai da anni nel mio ambiente lavorativo la figura del marconista è sparita, sostituita da sistemi automatici di decifrazione dei "marconigrammi", come ancora si chiamano a dispetto dell'età.

Ma nell'ambito radioamatoriale, dove appunto il CW è e resta uno sport, usare sistemi automatici di decodifica e di trasmissione è come rubare le caramelle a un bambino. Fermo restando che l'esame di CW per il conseguimento della AG non esiste più.

Quindi, nel nostro ambito, non posso che biasimare chi utilizza tali sistemi per poi andare a vantarsi al bar di avere il keyer più veloce del west.
73 de IW3HQD

Offline BarraMobile

  • Full Member
  • ***
  • Post: 220
  • Karma: 6
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #18 il: Mar 31 Mar, 15:20 2020 »
Diciamo più semplicemente che è giusto usare le tecnologie più aggiornate altrimenti diverrebbe una situazione anacronistica ma senza dimenticare però quelle vecchie, vecchio non significa che si tratti di un sistema che non funziona più ma solamente meno evoluto, se poi dietro c'è anche una storia come nella telegrafia ben venga chi usa il cw ma giusto per evitare che finisca nel dimenticatoi, aggiungo poi che la passione non ha tempo e fare attività in telegrafia è come collezionare oggetti antichi e non c'è nulla di male a farlo anche perché la storia è fatta per essere ricordata.

Offline charles_forever

  • Full Member
  • ***
  • Post: 203
  • Karma: 10
  • Sesso: Maschio
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #19 il: Mar 31 Mar, 16:41 2020 »
Se l'alpinista non avesse saputo il CW, ma avesse avuto un telefono e ci fosse stato campo, idem con patate. Rendiamo obbligatorio il CW e rendiamo obbligatoria la pila? Il CW è espressione di una tecnologia scoperta anni ed anni fa. Dalla mia tastiera non uscirà mai l'orribile parola "obsoleto"! Non esistono tecnologie 'obsolete', ma solo tecnologie scoperte prima anziché dopo, che hanno compiuto il loro ciclo. E' forse obsoleta la ruota? O la leva? No, ovviamente. E il CW? Nemmeno. In questo momento si preferisce (ed anche molti radioamatori lo fanno) usare altre tecnologie, che allora non c'erano e quindi non si potevano usare. Quindi le tecnologie più remote non possono e non devono assolutamente scomparire, ma non possiamo neppure fare come i talebani, che, quando vedevano statue antichissime di dei che non fossero Allah, le cannoneggiavano per farle scomparire, mica possiamo far scomparire i calcolatori. Però, come si praticano tanti sport, si può tranquillamente praticare il CW, riservargli bande di frequenza, contest e poi ognuno fa come gli pare, tasto in piedi, tasto orizzontale, computer, è sempre CW.

Charles

Offline IW3HQD

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 662
  • Karma: 48
  • Sesso: Maschio
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #20 il: Mar 31 Mar, 16:59 2020 »
Citazione
si può tranquillamente praticare il CW, riservargli bande di frequenza, contest e poi ognuno fa come gli pare, tasto in piedi, tasto orizzontale, computer, è sempre CW.[/b]
Su questo ultimo punto del suo passaggio, personalmente dissento.
Lei va in macchina oppure usa un simulatore? Sempre di guida si tratta, ma non è la stessa cosa.
Gli esperti grafisti del passato, dall'uso del keyer sapevano perfino stabilire lo stato d'animo dell'operatore che lo usava: una cosa molto più "calda", più personale, più VERA rispetto allo sterile "ti-ti-ti-ta-ti-ta" generato da un computer....
Oggi con un programma dedicato siamo tutti grafisti, così come siamo tutti santi, poeti, navigatori e allenatori di calcio....
73 de IW3HQD

Offline charles_forever

  • Full Member
  • ***
  • Post: 203
  • Karma: 10
  • Sesso: Maschio
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #21 il: Mer 01 Apr, 10:08 2020 »
Sono le stesse cose che diceva Fra' Girolamo Savonarola!
Occhio alle braci... Ovviamente in HI!
Non c'è pezza, ognuno fa quello che vuole, io non uso il simulatore perché non serve a niente, non si muove! Invece il PC decodifica il CW e a tanta gente va bene così. Comunque non c'è pezza!

Charles

Offline SWL-181-TO

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 724
  • Karma: 21
  • Sesso: Maschio
  • Without technician science is just a filosophy.
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #22 il: Mer 01 Apr, 11:40 2020 »
Sono andato a scavare, per curiosità, volevo capire se c'era un ente promotore o un qualche club di nostalgici incalliti.
No, sembra che quella poco fantasiosa presunta campagna sia solo un jpeg che alcuni hanno inserito nei profili QRZ.

Lo immaginavo, un pò come NO QRP , NO QRO...
Insomma una beata cavolata.
Propongo:
Campagna contro l'uso dei canali quarzati.
Campagna contro l'uso del'AGC.
Campagna contro l'uso del Clarifier.
Campagna contro l'uso del RFGAIN.
Campagna contro l'uso del microfono preamplificato.


Le solite diatribe che servono solo a seminare zizzania, indegne dello spirito che dovrebbe avere un radioamatore. Radioamatore che peraltro dovrebbe essere una persona tecnologica, informata e che promuove la tecnologia delle comunicazioni in tutte le sue forme.
Piccole radio, piccole potenze, grandi soddisfazioni.

Offline ExPirata

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 63
  • Karma: 1
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #23 il: Mer 01 Apr, 15:12 2020 »
Ormai siamo arrivati al punto che ognuno si fa la propria campagna o comitato contro qualcosa semplicemente perché non è di suo gradimento, magari fare anche la campagna vivi e lascia vivere e fatti i fatti tuoi sarebbe una buona medicina per farli guarire dai loro mali interiori che li tormentano inutilmente. :D

Offline BarraMobile

  • Full Member
  • ***
  • Post: 220
  • Karma: 6
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #24 il: Gio 02 Apr, 15:06 2020 »
No Echolink
No DMR
No C4FM
No D-STAR
No sistemi Radio/VoIP
No PSK31, RTTY, SSTV, APRS ecc.
No Log digitale
No eQSL
No SDR

Benvenuti tra i radioamatori progressisti. çç44

Offline SWL-181-TO

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 724
  • Karma: 21
  • Sesso: Maschio
  • Without technician science is just a filosophy.
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #25 il: Gio 02 Apr, 15:15 2020 »
Hai ragione, questi maledetti modernisti che usano radio moderne nome il sommerkamp 277.
Urge il ritorno alla galena ed al rocchetto. E al posto del Roger beep ci mettiamo un colpo di fucile.
Piccole radio, piccole potenze, grandi soddisfazioni.

Offline IK3OCA

  • Newbie
  • *
  • Post: 26
  • Karma: 1
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #26 il: Dom 12 Apr, 19:27 2020 »
Salve, per me la discussione ha perso il senso giusto.
Essere radioamatore non consiste solo nell'utilizzare un mezzo di comunicazione fa scegliere fra quelli più efficaci o perfezionati scartando quelli obsoleti, se riduciamo il discorso ai mezzi di comunicazione il telefono è uno ottimo  ;D e non necessita nemmeno di fare esami.
Fare il radioamatore è un'attività di ricerca, apprendimento e..... d'amore come dice la parola, e tanto deve bastare.
Se no, dovremmo criticare per la scarsa efficienza dei mezzi anche chi va a pescare con la canna e l'amo, chi va a caccia, ecc.
Personalmente, pur essendo dotato di apparecchiature atte a fare comunicazione anche a voce e digitale, e possedendo l'accesso a Internet un telefono, in radio faccio quasi esclusivamente CW, mi piace molto, è un'attività che fra l'altro fa funzionare il cervello in un modo diverso, chi fa CW lo sa, e piace ai miei amici radioamatori.
73 Rosario

Offline charles_forever

  • Full Member
  • ***
  • Post: 203
  • Karma: 10
  • Sesso: Maschio
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #27 il: Dom 12 Apr, 20:03 2020 »
La pesca è pesca. C'è la pesca a mosca, dove l'astuzia del pescatore, un'alchimia di colori e una ricerca del movimento e del gesto tipo T'ai Chi portano alla cattura del pesce, quasi sempre poi rilasciato. C'è la pesca di torrente, la pesca alpinismo, c'è la pesca di lago con la molagna, c'è la grande traina al mare, c'è la pesca di fondo all'anguilla o al siluro, c'è la pesca al tocco al cavedano ed al barbo, c'è la valdostana, c'è la pesca a cucchiaino delle cheppie, c'è la moschera da lago per le alose di lago, sono tutti "pezzetti" di pesca. Ma c'è anche l'autocostruzione di mosche ed altre esche, di canne in bambu refendù, lo stereotipo del pescatore che ha la pazienza di un frate cercone e sta seduto ore su un argine aspettando l'abboccata è soltanto, appunto, uno stereotipo. Poi, se si vuole, c'è Capitan Findus, pesce buono da friggere, che costa il giusto e non si fa fatica.
C'è chi usa la radio per fare 2 chiacchiere, il CB che "modula bene", c'è chi usa accrocchi digitali da far invidia alla NASA per comunicare con segnali digitali, c'è chi si autocostruisce il ricetrans o parti di esso, chi colleziona, ripara, usa vecchie ancore da nave da sessanta chili a valvole, chi usa i portatili col gommino, e chi si autocostruisce antenne.
Gli hobby sono hobby. Il lavoro vero è il lavoro vero. Io lavoro per la più grande software factory del Nord Italia, ora sono a lavorare da casa per il coronavirus. La Ditta mi ha fornito di apparecchiature adatte, sembro una centrale di telecomunicazioni. E mi sto autocostruendo una Rybakov. Ogni hobby ha tante sfaccettature, ognuna rispettabile e da difendere. Io, piuttosto che andare su un ponte in c4fm o DSTAR, o chissà cos'altro, sto fermo a guardare un muro bianco. Ma difenderò sempre chi, radiantista come me, ci si ritrova ogni giorno. Poi c'è il telefono. Che non è radiantismo, anche se va con la radiofrequenza.

Charles

Offline BarraMobile

  • Full Member
  • ***
  • Post: 220
  • Karma: 6
Re:Campagna contro l'uso dei decodificatori morse!
« Risposta #28 il: Lun 13 Apr, 13:29 2020 »
L'importante è non essere contro a qualche sistema, se non ci piace non utilizziamolo ma senza criminalizzarlo, poi in fondo in questo caso, affermare di essere contro i decodificatori cw non è diverso dall'essere contro chi usa il cw con il dito e con le orecchie.

 

free countersfree countersfree counters