Autore Topic: Un nuovo strumentino...  (Letto 140 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Online SWL-181-TO

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 556
  • Karma: 18
  • Sesso: Maschio
  • Without technician science is just a filosophy.
Un nuovo strumentino...
« il: Ven 07 Feb, 08:25 2020 »

E' noto a chi mi conosce che preferisco l'autocostruzione e le riparazioni all'uso vero e proprio delle radio.
Naturalmente questo implica una sorta di amore verso gli strumenti.
Dopo l'acquisto del radio tester cinese e dell'analizzatore di spettro (anche lui cinesissimo) qualche giorno fa mi sono regalato un oscilloscopietto digitale low cost fino a 100MHZ .
Sono rimasto stupito, pensavo decisamente peggio ...e invece.
Funziona veramente bene, 75 euro ben spesi.
Piccole radio, piccole potenze, grandi soddisfazioni.

Offline OndaCorta

  • Full Member
  • ***
  • Post: 149
  • Karma: 3
Re:Un nuovo strumentino...
« Risposta #1 il: Ven 07 Feb, 14:59 2020 »
A volte si comprano anche i miracoli :D Spesso si è portati a credere che spendendo poco si abbia poco ma questa non è una regola fissa e anch’io ti posso garantire che di grandi affari ne ho fatti molti, in mezzo non mancano le fregature ma mediamente si fanno buoni affari, poi a guardare questo piccolo oscilloscopio mi da una anche una certa fiducia.

Online SWL-181-TO

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 556
  • Karma: 18
  • Sesso: Maschio
  • Without technician science is just a filosophy.
Re:Un nuovo strumentino...
« Risposta #2 il: Ven 07 Feb, 15:51 2020 »
E' una regola che generalmente funziona.
Però dipende sempre dalle aspettative.
Io non mi aspettavo granché ed ho avuto molto.
Già il fatto che visualizza correttamente fino ad oltre 130 MHZ lo trovo miracoloso.
Alla fine mi piaceva l'idea di avere un piccolo oscilloscopio ma non volevo rinunciare a salire di frequenza.

Il Radio Tester è stata una scoperta fantastica, negli ultimi mesi l'ho acceso più del IFR per le operazioni di allineamento dei ricevitori.

Sarà che è rapido, intuitivo, preciso.
Certo oggi con pochi soldi ti porti a casa tecnologia che fino a 10 anni fa era impensabile, anche come prezzo.
Il generatore che vedete in foto è un altro piccolo miracolo , da 30 a 3ghz !!!!! con sweep.
Lo uso da mesi, anche lui, in unione con un widebander amplifiier da 2W.
Sono tutti aggeggi meravigliosi.
Piccole radio, piccole potenze, grandi soddisfazioni.

Offline OndaCorta

  • Full Member
  • ***
  • Post: 149
  • Karma: 3
Re:Un nuovo strumentino...
« Risposta #3 il: Ven 07 Feb, 15:55 2020 »
Certo magari non fanno i salti mortali ma poco ci manca, sono comunque soldi spesi bene ed in effetti fino a qualche anno fa era impensabile spendere così poco per certe strumentazioni, direi che non c'è nulla da lamentarsi, la sindrome del Baofeng è ormai ovunque hi. :D

Offline Roby66

  • Full Member
  • ***
  • Post: 207
  • Karma: 4
  • Sesso: Maschio
Re:Un nuovo strumentino...
« Risposta #4 il: Ven 07 Feb, 17:04 2020 »
Sembra propio ben fatto! Personalmente, come ho più volte scritto, sono convinto che si possano fare acquisti oggi di prodotti ottimi, spendendo il giusto (o perfino poco). Questo peraltro non riguarda solo l'elettronica, dove secondo me è comunque sempre abbastanza vero, ma riguarda anche altri settori! Un tempo per avere un "minimo" di qualità dovevi spendere molto, mentre oggi se un "minimo" sai scegliere (ovviamente la competenza la devi avere  ;)), riesce ad acquistare prodotti validissimi a prezzi giusti. Quanto sopra vale per gli alimenti così come per le automobili. C'è chi compra le arance al Kg a 1,- EURO o meno e chi è convinto di aver fatto un affare acquistandole (le stesse, identiche) a 2,65 EURO al Kg. Per le auto poi chi ha ancora "fiducia cieca" nei marchi tedeschi spende spesso di più, ma soprattutto ha molto meno (in tutti i termini) di chi acquista marchi coreani o giapponesi. Ovviamente ci sarà sempre il grande esperto che arriverà a sentenziare che in un oscilloscopio bisogna controllare bene che ci sia elevata stabilità dei componenti, tempi di risposta adeguati, elevato contrasto del display, ergonomia dei tasti ... vero, ma se con 75 EURO si compra un "oggettino come questo" perchè spendere 750 EURO. Poi se dopo qualche anno ne vuoi acquistare uno nuovo, puoi sempre dire che hai speso "il giusto", mentre se hai investito 750 EURO ti tieni il tuo bel "dinosauro"   çç44 '73
IU6GWQ

Online SWL-181-TO

  • Global Moderator
  • Hero Member
  • *****
  • Post: 556
  • Karma: 18
  • Sesso: Maschio
  • Without technician science is just a filosophy.
Re:Un nuovo strumentino...
« Risposta #5 il: Ven 07 Feb, 18:45 2020 »
Credo che negli strumenti spesso ci si dimentichi il loro reale utilizzo.
Spesso ci si compra strumentazione veramente fuori luogo.
Io come strumento principale ho un Siglent , però come detto mi piaceva l'idea del giocattolino.
Un pò come il R&S ed il IFR , a volte ti serve solo una sorgente stabile, perchè accendere tutta la baracca?
Se devo rifare l'allineamento di un ricevitore mi basta e avanza il generatore cinese.
Quindi un oscilloscopio come questo può diventare utilissimo se devo solo controllare alla buona un oscillatore(esempio).
Il fatto che poi arrivi a 100MHZ lo rende persino sin troppo avanti.....
Piccole radio, piccole potenze, grandi soddisfazioni.

Offline Roby66

  • Full Member
  • ***
  • Post: 207
  • Karma: 4
  • Sesso: Maschio
Re:Un nuovo strumentino...
« Risposta #6 il: Gio 13 Feb, 17:52 2020 »
Negli ultimi anni sono cambiate molte cose e per quanto riguarda gli strumenti di misura, c'è da dire, che sono caduti molti "altarini". Prendiamo uno spettrofotometro del tipo in uso nei laboratori di chimica. Qualche decennio fa era un "rarità" ora, per quanto caro, è presente in molti Istituti Tecnici. La cosa bella è che con pochi "sforzi" ed istruzioni dettagliate, è possibile realizzarne uno funzionante discretamente a casa. Qualche nozione di fisica bisogna averla ... ma basta una sorgente luminosa adatta, relativamente facile da reperire (lampada al mercurio o xeno, ma funzionano anche altre più economiche), un reticolo di diffrazione con almeno 1000 righe/mm (roba da pochi EURO oppure si prende un DVD), una macchina fotografica ed un software (quasi sempre free). Un po' di "messa a punto" è necessaria, ma ... il più è fatto. Con un investimento di qualche decina di EURO (supponendo di avere macchina fotografica e PC) si ha uno spettrofotometro casalingo che va meglio di quelli che avevano in laboratorio fino al 1960/70. Perfino degli astrofili se li costruiscono da soli ;) In elettronica poi, grazie propio ai PC ed al campionamento AD, si possono realizzare strumenti che costavano migliaia di EURO con poche decine di EURO. Ma basta andare in qualsiasi cucina per trovare delle bilance elettroniche di precisone che un tempo erano "proibitive" oppure pensare ai kit di analisi bio-chimichce fai da te. Internet ed il progresso hanno fatto fare a chi li sa usare (un minimo di conoscenze ben solide sono indispensabili!), salti da gigante e questo ... è solo l'inizio. '73
IU6GWQ

Offline OndaCorta

  • Full Member
  • ***
  • Post: 149
  • Karma: 3
Re:Un nuovo strumentino...
« Risposta #7 il: Dom 16 Feb, 17:12 2020 »
Detto in poche parole non ci si fa più fregare :) Diciamo che a dispetto di un tempo oggi c'è per così dire una sorta di indipendenza sugli acquisti nel senso che la scelta è enorme e per tutte le tasche.

 

free countersfree countersfree counters