Autore Topic: D-Star via satellite  (Letto 414 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Roby66

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 99
  • Karma: 2
  • Sesso: Maschio
D-Star via satellite
« il: Lun 12 Mar, 11:59 2018 »

Volevo richiamare l'attenzione su una novità recente: il D-Star via satellite: sul sito http://www.d-star.one/ e poi anche in dettaglio su http://www.orbitalsystems.de/d-star-one-technical-details-radio-amateurs/?lang=en si può capire meglio di cosa si tratti. C'erano stati in passato altri tentativi, ma senza successo: problemi di lancio del vettore o satellite non funzionante. Ora sembra invece che tutto sia andato a buon fine. Per tutti coloro che fanno attività radioamatoriale con i satelliti,  questa modalità D-Star potrebbe rappresentare solo una "variante" delle altre modulazioni; per tutti gli altri ... potrebbe essere semplicemente uno stimolo a provarci (penso non sia difficile, in Australia ci riescono i bambini delle elementari, come si vede qui http://www.sarcnet.org/projects/project_rotator.html  :D) '73 IU6GWQ


IU6GWQ

Offline Urbano

  • Full Member
  • ***
  • Post: 210
  • Karma: 4
Re:D-Star via satellite
« Risposta #1 il: Lun 12 Mar, 13:19 2018 »
Molto interessante e in attesa si faccia altrettanto con il DMR e il C4FM. Sicuramente susciteranno l’interesse molto di più del D-STAR che ritengo in decadenza oltre che mediamente più costoso. Comunque l’importante è che ci sia l’interesse per ogni sistema amatoriale, tutto il resto sono considerazioni personali, poi se ci riescono anche i bambini non ci rimane che provare noi radioamatori che in fondo bambini lo siamo rimasti. :D

Offline Roby66

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 99
  • Karma: 2
  • Sesso: Maschio
Re:D-Star via satellite
« Risposta #2 il: Lun 12 Mar, 15:30 2018 »
Si, infatti la diffusione dei vari modi digitali è molto variabile da Nazione a Nazione ed anche all'interno delle varie Nazioni ha "popolarità" e "copertura" diversa. Il DMR è decisamente più economico in quanto al momento alcuni apparati costano meno sia di quelli per il C4FM sia per quelli D-Star. In Italia il D-STAR (il primo a partire con i modi digitali) dopo un boom iniziale si è decisamente attestato su valori di diffusione non altissima. Credo che molti abbiano acquistato ed acquistino apparati D-Star (ICOM e KENWOOD), ma poi per una ragione o per l'altra li hanno usati poco in D-STAR e li usino poco o decisamente meno di quello che avrebbero potuto (anche per la "scarsità" di ponti, come mi riferiscono molti amici che usano hot-spot propri). Lo stesso per il C4FM conosco chi ha apparati C4FM ma non li usa in C4FM. Il C4FM si trova su apparati anche un po' meno costosi di quelli D-STAR, ma non "tanto meno costosi" e non "tanto diffusi", non ancora almeno. La copertura del C4FM sta leggermente migliorando, ma non su tutto il territorio nazionale! Il DMR è decisamente più diffuso in Italia ma ... potrebbe andare decisamente meglio. Il problema è che tutti i ponti digitali dei 3 modi suddetti richiederebbero un collegamento ad internet "pronto e veloce" oltre che "affidabile" e nel nostro Paese sappiamo che queste doti non è "scontato trovarle ovunque". Purtroppo oltre al costo degli apparati ci sono alla base della diffusione anche scelte di Associazioni, scelte "politiche" e commerciali delle case ICOM e YAESU, convinzioni/opinioni sul digitale, etc. Sarebbe veramente bello per noi radioamatori avere satelliti con tutti i vari modi digitali attivi, sebbene quelli non geostazionari siano di "difficile" fruibilità! D'altro canto i geostazionari essendo estremamente più lontani non hanno solo costi di realizzazione maggiori ma richiederebbero anche a noi sistemi di trasmissione (antenne in particolare) più "adeguate"; nelle UHF e nelle VHF vedo la cosa "poco fattibile"; già nella banda dei 23 cm o lunghezze d'onda minori il tutto sarebbe più "facile". Temo poi che, ammesso che un satellite geostazionario fosse reso operativo, coprendo una vastissima area, potrebbe facilmente essere "sovraccaricato" di richieste... Ma poi se tutti gli OM usassero le VHF, le UHF o le bande delle microonde che rimarrebbe sulle HF? A chi venderebbero certe ditte i loro "superapparatoni"!?  >:D '73 IU6GWQ
IU6GWQ

Offline tmmlrd

  • Sr. Member
  • ****
  • Post: 404
  • Karma: 12
  • Sesso: Maschio
  • Siamo in missione per conto di Dio!
Re:D-Star via satellite
« Risposta #3 il: Lun 12 Mar, 16:53 2018 »
 Mi dispiace deludere ma anche questa volta qualcosa deve essere andato storto. Nessuna notizia del satellite dopo il lancio, che io sappia. Non sono riuscito a trovare in rete nessuna informazione aggiornata sullo stato del satellite (nemmeno nei siti ufficiali!) e neppure un report di QSO o quanto meno di ascolto.
Io stesso ho fatto diversi tentativi tutti falliti.
Se qualcuno dovesse avere delle novità su D-star One Phoenix è invitato magari a postarle in questa discussione già aperta http://www.forumradioamatori.it/forum/index.php?topic=2945.0
IW5CWC - Icom ID-51

Offline Urbano

  • Full Member
  • ***
  • Post: 210
  • Karma: 4
Re:D-Star via satellite
« Risposta #4 il: Mar 13 Mar, 07:09 2018 »
Diciamo che chi compra un apparato C4FM o D-STAR alla fine lo usa soprattutto in analogico, chi compra un apparato DMR invece lo usa quasi esclusivamente in DMR, questo l’ho notato personalmente ed è un fattore molto rilevante, poi va detto che il C4FM è talmente semplice da usare che potrebbe in futuro avere i soppravvento. Ben vengano comunque tutti i modi di emissioni anche su satelliti, poi ognuno è libero di scegliere quello che meglio preferisce, sempre meglio che essere fossilizzati in un unico sistema. :)

Tmmlrd, se sia attivo o meno non saprei dirti ma se non lo fosse forse è solo una questione di tempo.

Forumradioamatori.it

Re:D-Star via satellite
« Risposta #4 il: Mar 13 Mar, 07:09 2018 »

 

free countersfree countersfree counters