Autore Topic: Dissaldare componente SMD!!  (Letto 6470 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Collins

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 82
  • Karma: 1
Dissaldare componente SMD!!
« il: Ven 30 Set, 22:32 2011 »

Salve! Ho un piccolo problema, dovrei dissaldare un componente SMD ma non avendolo mai fatto ho paura di fare qualche danno, di per se il componente dopo lo posso anche buttare, lo tolgo solamente per effettuare una modifica di espansione ad un portatile, come mi devo comportare??



Offline Maestro

  • Newbie
  • *
  • Post: 46
  • Karma: 1
Re:Dissaldare componente SMD!!
« Risposta #1 il: Dom 02 Ott, 00:31 2011 »
Semplicissimo, invece di usare il saldatore prendi una pinzetta e lo distruggi facendo molta attenzione a non grattare anche le piste, tutto qua, se invece vuoi fare le cose in maniera professionale allora leggi quanto segue non ricordo l’origine però è piuttosto chiaro.



Dissaldatura

Le dissaldature possono avere uno di questi due scopi (o entrambi): recuperare un componente, e/o liberare la scheda da un componente. Nel primo caso è fondamentale utilizzare un metodo non distruttivo; nel secondo caso può essere a volte necessario (o accettabile) distruggere il componente per rimuoverlo dalla scheda.

A livello professionale esistono parecchi metodi efficaci per la dissaldatura di componenti; quello più noto è l'utilizzo di una stazione ad aria calda, in sostanza un phon con flusso d'aria e temperatura controllati che non fa altro che sciogliere lo stagno sui pin e quindi liberare il componente. Le stazioni ad aria calda costano svariate migliaia di euro, ma noi ovviamente abbiamo altri piani.

Il primo metodo di dissaldatura, non distruttivo e questo:.
L'idea è quella di sfruttare il fatto che, a differenza dei componenti tradizionali, fra piazzola e pin di un componente SMD c'è soltanto lo stagno. Quindi se noi riusciamo a far passare sotto al pin qualcosa mentre lo stagno è sciolto, è molto probabile che il pin si stacchi dalla piazzola. Questo "qualcosa" è il filo da wire wrap, opportunamente spellato.
È quindi sufficiente far passare il filo da wire wrap sotto a una fila di pin, nell'interstizio fra il pin e il corpo del componente.

Quando avete fatto passare il filo, fissatelo a una delle due estremità saldandolo da qualche parte (nell'immagine è stato saldato a C12). Ora non vi resta che scaldare i pin con lo stagnatore a punta piatta e contemporaneamente tirare (con delicatezza!) l'altra estremità del filo, in modo che passi sotto ai pin e quindi li alzi. Lento ma geniale, no?


L'altro metodo di dissaldatura, generalmente distruttivo, è quello di usare un succedaneo della stazione ad aria calda.

Nelle ferramenta o nei negozi di materiale elettrico ben attrezzati potete trovare delle pistole ad aria calda a prezzi non esagerati (sicuramente sotto ai 50 euro); in genere queste pistole servono per scaldare le guaine termorestringenti, ma dato che riescono a generare flussi d'aria a diverse centinaia di gradi esse riescono senza problemi anche a sciogliere lo stagno.

Il resto lo lascio alla vostra fantasia ;-). Mi limito soltanto a dirvi che se non "canalizzate" in qualche modo il flusso d'aria, ad esempio tramite delle formine di metallo opportunamente sagomate che circondino il componente da dissaldare, con ogni probabilità dissalderete una buona parte della scheda, non solo il componente che vi interessa!

Offline Collins

  • Jr. Member
  • **
  • Post: 82
  • Karma: 1
Re:Dissaldare componente SMD!!
« Risposta #2 il: Dom 02 Ott, 21:36 2011 »
Grazie Maestro: ho seguito il tuo primo consiglio, un taglio netto e via …missione compiuta!  ^-^

Forumradioamatori.it

Re:Dissaldare componente SMD!!
« Risposta #2 il: Dom 02 Ott, 21:36 2011 »

 

free countersfree countersfree counters